03 novembre 2011

Pavimento in legno per esterni: resistente e di qualità


Il giardino non vive di solo verde. Oggi, grazie all'utilizzo di materiali resistenti agli agenti atmosferici e all'usura, il pavimento in legno per esterni è sempre più frequente.

Nella progettazione del giardino, si sceglie di pavimentare una zona per rendere lo spazio pienamente vivibile senza contare che i pavimenti all'esterno sono facilmente lavabili e quindi più igenici di erba o ghiaia.

Come per gli interni, il pavimento in legno per esterni rispecchia le qualità di bellezza ed eleganza tipici di questo materiale.

Le applicazioni sono diverse: a bordo piscina, ampi spazi al coperto, terrazze e marciapiedi che circondano la casa.

La posa del pavimento in legno per esterni può avvenire in diversi modi: flottante, incollata, inchiodata, a mosaico anche se spesso per gli esterni si predilige la posa galleggiante. Quest'ultima consiste nel sistemare un telaio che ospita le doghe, sfruttando il sistema ad incastro.

Per pavimenti da esterni, essendo particolarmente esposti agli agenti atmosferici come sole e pioggia, e ai segni dell'usura, si prediligono materiali in legno come il doussiè o il teak, più solidi e duraturi.

Relativamente alla scelta cromatica del legno, bisogna considerare diversi fattori tra cui lo spazio, l'illuminazione, la finalità e lo stile. E' bene ricordare che una superficie scura, appare più piccola di una bianca anche quando le dimensioni sono le stesse. Le righe orizzontali allargano lo spazio, mentre quelle verticali lo allungano.

La scelta dei colori e dei materiali è fondamentale, poiché questi determineranno non solo l'immagine del pavimento, ma dell'ambiente circostante nella sua totalità.